Vasto, una poesia per raccontare la città attraverso le emozioni (di Fabio Strinati)


VASTO, 5 ottobre – Riceviamo e pubblichiamo una poesia, dedicata alla città di Vasto, composta da Fabio Strinati, poeta, artista visivo, compositore e fotografo.

Ne assorbo il gusto quando ti vedo
ti vivo dentro al golfo che acceso
riscalda l’acqua anima del mare
eterno e vasto, raccolto e ritratto
come dipinto è l’amore
che s’affaccia sul tuo volto vero
dai lineamenti d’arenile e di scogliera
perdutamente amata: Diomede è quell’onda
dal mare generata…
che t’accarezza il corpo colmo di sospiri,
che rigenerandosi fluttua
come ciocche al vento la Costa dei Trabocchi
altressì mutevole, d’anima e d’aspetto.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%