L'Aquila
Stai leggendo
Fonte Vetica, si lotta ancora contro le fiamme. Sei indagati per incendio colposo / FOTO e VIDEO

Fonte Vetica, si lotta ancora contro le fiamme. Sei indagati per incendio colposo / FOTO e VIDEO


CAMPO IMPERATORE, 6 agosto 2017 – Fonte Vetica, uno dei tratti più belli e suggestivi dell’intero Abruzzo, è stata completamente inghiottita dalle fiamme. Sei persone sono indagate, con l’accusa di incendio colposo, per il rogo che a partire da ieri sta devastando l’area che si trova nella piana di Campo Imperatore. Sul versante Aquilano è bruciato tutto, causando un danno ambientale di proporzioni enormi. Sul versante Pescarese, in direzione Rigopiano, si lotta ancora contro le fiamme: un Canadair è al lavoro e si attende anche l’arrivo di un secondo mezzo aereo.

AGGIORNAMENTO 15.08

La situazione viene definita “critica” dai Vigili del Fuoco. Le fiamme, infatti, complici il vento ed il caldo, si stanno propagando rapidamente e si stanno avvicinando alla cima del monte Siella, punto di distacco della valanga che lo scorso 18 gennaio ha travolto e distrutto l’hotel Rigopiano. Personale dei Vigili del Fuoco è stato trasbordato in elicottero per presidiare delle zone impervie dove neanche il Canadair ha potuto effettuare dei lanci. Il denso fumo che si alza dall’area è visibile da gran parte della provincia di Pescara.

Sulla base delle indagini coordinate dal sostituto procuratore dell’Aquila Simonetta Ciccarelli e condotte dai carabinieri forestali del Parco Gran Sasso-Laga, le sei persone identificate apparterrebbero ad un gruppo più vasto, in larga parte formato da giovani, tra i quali potrebbero esserci i responsabili dell’incendio. Le fiamme sarebbero divampate a causa di un barbecue, acceso a terra, che poi sarebbe sfuggito al controllo dei presenti. L’area dove si trova il punto di innesco è stata individuata, circoscritta e sequestrata.

Nella zona era in corso anche la 58esima edizione della Rassegna Ovini, che ha richiamato circa 30mila persone. I carabinieri forestali erano in servizio di vigilanza e avrebbero intuito il pericolo: il tentativo di spegnere le fiamme sarebbe però stato reso vano dal forte vento, che complice il gran caldo avrebbe favorito l’estendersi dell’incendio.

Il rogo ha interessato l’intera pineta di Fonte Vetica e anche la faggeta. Ha scavalcato il versante Aquilano e ha raggiunto quello Pescarese, arrivando nella zona di Vado di Sole, a pochi passi dal luogo del disastro dell’Hotel Rigopiano.

Le operazioni di spegnimento sono ancora in corso. Oltre a un Canadair, che ha effettuato numerosi lanci, sul posto sono al lavoro i Vigili del Fuoco del Comando provinciale dell’Aquila, i Carabinieri Forestali, la Protezione Civile e i volontari. Alcune squadre di Vigili sono partite anche da Pescara e dal Distaccamento di Montesilvano.

 

 

In aggiornamento…

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
7%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
21%
Arrabbiato
86%