Teramo
Stai leggendo
La Team in aiuto dei Comuni del Cirsu: messo a disposizione il centro di Carapollo

La Team in aiuto dei Comuni del Cirsu: messo a disposizione il centro di Carapollo


TERAMO, 20 giugno – La chiusura del Cirsu rischiava di creare enormi problemi ai Comuni interessati. Comuni ai quali è andata incontro la Teramo Ambiente, che ha messo a loro disposizione  il Centro di trasferenza di Carapollo e la propria struttura logistica.

Un banco di prova per la Team, che si propone di assumere un ruolo fondamentale sull’intera provincia, come sottolinea la stessa azienda:

“L’ efficace e tempestiva risposta fornita alle esigenze del territorio – si legge in una nota della Team – conferma che la società teramana ha tutti i numeri per per assumere un ruolo strategico e fondamentale nell’ambito dei servizi di igiene urbana dell’intera Provincia”

Nel solo primo week end in cui si è messo a disposizione anche dei comuni del Cirsu (va detto che fino ad oggi ha usufruito di questa opportunità solo il Comune di Giulianova)  il Centro di Trasferenza di Carapollo ha accolto circa 176 tonnellate di rifiuto indifferenziato da 9 enti: 4.110 chili dal Comune di Canzano, 16.480 chili dal Comune di Castellalto, 5.880 chili dal Comune di Castelli, 1.690 dal Comune di Cermignano, 80.060 chili dal Comune di Giulianova, 4.040 chili dal Comune di Isola del Gran Sasso,  5.620 dal Comune di Penna S.Andrea, 38.430 dal Comune di Teramo, 19.640 dalla Comunità Montana della Laga.

“Analogamente, nessun disagio verrà percepito dai cittadini teramani per ciò che riguarda il rifiuto organico – precisa la Teramo Ambiente –  per il conferimento del quale la nuova governance della Teramo Ambiente ha tempestivamente individuato e attivato canali alternativi per il regolare proseguimento del servizio”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%