Chieti
Stai leggendo
A Chieti fiaccolata per la famiglia Di Michelangelo: marito e moglie tra i dispersi di Rigopiano

A Chieti fiaccolata per la famiglia Di Michelangelo: marito e moglie tra i dispersi di Rigopiano


CHIETI, 23 gennaio – Circa 250 persone hanno dato vita ad una fiaccolata di solidarietà, nei pressi della chiesa del Sacro Cuore di Chieti, nei confronti  della famiglia di Domenico Di Michelangelo, il poliziotto in servizio a Osimo e originario della città teatina, tra i dispersi dell’Hotel Rigopiano insieme alla moglie Marina Serraiocco. Il figlio della coppia, Samuel, è invece uno dei quattro bimbi salvati.

La fiaccolata è partita dalla chiesa del Sacro Cuore e ha attraversato via d’Aragona, con una sosta di qualche minuto in via Smargiassi, davanti alla casa in cui la famiglia Di Michelangelo ha vissuto per alcuni anni. Alla manifestazione ha preso parte il fratello di Domenico, Alessandro, anche lui poliziotto, in servizio a Chieti. In corteo anche il sindaco della città, Umberto Di Primio, e molti appartenenti alla Polizia di Stato.

“Siamo il gruppo ‘I ragazzi del muretto’ e siamo cresciuti con la montagna – dice Maria Elena Carulli -. Siamo amici storici di Domenico. Questa fiaccolata è un po’ per esorcizzare il dolore, un po’ per stare vicini ai familiari. Serve concretezza e abbiamo pensato che l’unico modo fosse questa fiaccolata. Vorremmo fare anche una raccolta fondi, ma vorremmo chiedere alla famiglia se è d’accordo”.

Un altro amico di Domenico, che gli amici chiamano Dino, dice:

“Con Dino condividevamo anche la passione del calcio fin da piccoli, quando abbiamo cominciato a giocare con la Polisportiva Virtus Sacro Cuore. Con questa fiaccolata  vogliamo dare un segnale forte di speranza e vicinanza alla famiglia”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
50%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
50%
Arrabbiato
0%