Pescara
Stai leggendo
L’aeroporto d’Abruzzo “vola”: 668mila passeggeri nel 2017. Ecco le nuove rotte da Pescara

L’aeroporto d’Abruzzo “vola”: 668mila passeggeri nel 2017. Ecco le nuove rotte da Pescara


PESCARA, 3 gennaio – Aumentano, nel 2017, i passeggeri dell’aeroporto d’Abruzzo: nei 12 mesi gli utenti sono stati 667.800, con una crescita del 16,6% rispetto ai 572.753 utenti del 2016. L’anno che si è appena concluso è stato anche quello in cui sono stati portati a termine una serie di miglioramenti strutturali dello scalo, mentre altri lavori sono in corso. A livello gestionale, il bilancio della Saga, secondo le previsioni, si chiuderà in positivo per il terzo anno consecutivo. 

Il punto della situazione sui risultati del 2017 è stato fatto in conferenza stampa dal presidente e dal direttore della Saga, Nicola Mattoscio e Luca Ciarlini.

Per quanto riguarda i passeggeri in aumento, sono quasi centomila in più le presenze registrate nel 2017, rispetto alle 572.753 del 2016. E’ Milano il mercato che ha registrato più passeggeri con i voli su Milano-Linate e Bergamo-Orio al Serio. Bergamo è la meta che fra i voli nazionali ha registrato maggiori presenze con 190mila passeggeri e una crescita dell’8%. Fra le mete internazionali Londra con 88.600 passeggeri ha avuto il numero maggiore di utenti (+6%), seguita da Bruxelles (66.550 passeggeri, +3%). La logica perseguita è quella dei “voli in coincidenza”.

Per il 2018 è prevista l’attivazione da parte del vettore Ryanair, a partire da aprile, di collegamenti per Malta e Varsavia con voli diretti bisettimanali che contribuiranno a consolidare i volumi di traffico raggiunti nel 2017.

Il 2017, anno in cui è stato celebrato il centenario dell’attività dello scalo, ha registrato anche importanti cambiamenti strutturali per lo scalo: a novembre si sono conclusi i lavori di riqualificazione del parcheggio e dell’intero sistema informatico di gestione; contestualmente, a completamento del “progetto airside” per il quale sono stati investiti circa quattro milioni di euro, sono stati ultimati i lavori per la riqualificazione della pista. Sempre nel 2017 si è insediato il cantiere per la ristrutturazione interna dell’aerostazione che si concluderà entro i primi sei mesi del 2018. La Saga ha inoltre pubblicato un bando per l’affidamento della progettazione del Masterplan che prevede l’allungamento della pista, la realizzazione di un servizio di parcheggio intermodale e di una linea ferroviaria che consentirà un collegamento diretto tra l’aeroporto e la stazione centrale di Pescara.

Per il 2018 gli obiettivi economici rimangono invariati ma il loro raggiungimento richiederà un ulteriore sforzo di crescita dei ricavi e ottimizzazione dei costi necessaria a controbilanciare la drastica riduzione dei finanziamenti regionali che si attestano a circa 500mila euro. Sul fronte gestionale, il bilancio preconsuntivo prevede la chiusura in positivo per il terzo anno consecutivo, con un margine lordo di circa 400mila euro.

“La crescita dei passeggeri del 16% – sottolinea Mattoscio – è quasi tripla rispetto a quella media nazionale. Le performance del 2017 hanno confermato per l’aeroporto d’Abruzzo il secondo posto nella classifica degli scali nazionali al di sotto del milione di passeggeri annui. Si riduce la distanza con lo scalo al primo posto, e cioè Trieste, con i suoi 728mila passeggeri, mentre aumenta quella con l’aeroporto al terzo posto, quello di Ancona, con 459mila passeggeri. I risultati conseguiti confermano la validità delle scelte strategiche della Saga e lasciano ben sperare riguardo il consolidamento progressivo della funzione di scalo di riferimento per la regione Abruzzo e per le regioni limitrofe dell’aeroporto di Pescara”.

Ciarlini ha ricordato che lo scalo ha ottenuto, “dopo procedure molto severe, la certificazione europea, che consentirà all’aeroporto di accedere a nuove possibilità cui prima non si poteva ambire”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
67%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
33%