Chieti
Stai leggendo
Marsilio a riunione su danni maltempo: “Convinti che il Governo riconoscerà lo stato di calamità”

Marsilio a riunione su danni maltempo: “Convinti che il Governo riconoscerà lo stato di calamità”


PESCARA, 11 luglio – Una prima stima dei danni provocati sul territorio dall’ondata di pioggia e grandine che ieri ha travolto l’Abruzzo, soprattutto le aree costiere, è stata effettuata questa mattina al Coc di Pescara alla presenza del Presidente della Regione Marco Marsilio.

Ai lavori della riunione sono stati invitati anche i sindaci dei Comuni che hanno attivato il Coc, i presidenti delle province, i tecnici regionali della Protezione civile e del Dipartimento regionale governo del territorio.

“Si è trattato di un evento eccezionale per il quale abbiamo preannunciato al Governo nazionale la richiesta dello stato di emergenza per riconoscere i danni generati dal maltempo – ha esordito il presidente Marco Marsilio -. Con i sindaci e i presidenti delle quattro province stiamo lavorando in queste ore per comporre una prima stima dei danni che interessano il patrimonio pubblico e privato, l’agricoltura e le attività produttive. Siamo convinti che il Governo riconoscerà l’eccezionalità dell’evento calamitoso. Vigileremo, poi, affinché i fondi siano erogati con celerità, senza ripetere l’esperienza del gennaio 2017, i cui indennizzi sono stati accreditati dopo due anni”.

Il presidente Marco Marsilio, poi, coinvolgerà anche le altre regioni adriatiche colpite dal maltempo, dall’Emilia Romagna alla Puglia.

“Il fronte è ampio – ha osservato il presidente – e questo testimonia la pesantezza, la gravità e l’eccezionalità dell’evento che non è stato localizzato solo in un punto, bensì interessa un territorio molto vasto della penisola. Il maltempo ha lasciato danni ovunque. Credo che il Governo non avrà difficoltà a riconoscere lo stato di emergenza. Sarei meravigliato del contrario”.

La Regione nelle prossime 24 ore emanerà le direttive ai Comuni su come raccogliere e presentare le istanze dei cittadini.

“Una situazione difficile, ma da questa mattina – ha annunciato Marsilio – con l’apertura della piattaforma telematica della Protezione Civile, tutti i Comuni potranno inserire i dati, e le stime dei danni subito, a partire dalle somme urgenze, e con questo elenco, noi chiederemo al Governo la dichiarazione di emergenza”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%