L'Aquila
Stai leggendo
Sulmona, caos in Consiglio comunale: il sindaco Casini si dimette

Sulmona, caos in Consiglio comunale: il sindaco Casini si dimette


SULMONA, 10 agosto – Caos in Consiglio comunale, a Sulmona, nel corso della discussione sulla riclassificazione dell’ospedale a struttura di primo livello. Una seduta burrascosa, che ha fatto riesplodere la crisi all’interno della maggioranza che sembrava chiusa con la verifica di quindici giorni fa. Alla fine il sindaco, Annamaria Casini, si è dimesso, dopo aver abbandonato l’aula consiliare. 

A riproporre la questione della coesione della maggioranza e dei programmi da attuare è stato il consigliere comunale Andrea Ramunno (Adesso Sulmona) che, mentre ci si accingeva a votare all’unanimità la delibera per l’ospedale, ha chiesto la parola facendo riesplodere la crisi.

“Abbiamo chiesto due volte una verifica e questa nostra richiesta è stata disattesa – ha detto Ramunno – prendo atto che in questo momento l’amministrazione comunale non è in grado di rispondere alle sfide che ci si propongono, il sindaco prenda atto anche lei di questa situazione”.

Dichiarazioni che hanno gelato l’aula ma soprattutto la sindaca, che poco dopo ha abbandonato l’aula anticipando di fatto la decisione maturata nel pomeriggio. E’ durata appena due anni, dal 20 giugno 2016 ad oggi, l’esperienza amministrativa del sindaco Annamaria Casini e della coalizione civica alla guida del Comune di Sulmona. Due anni segnati da una maggioranza che ha portato avanti il proprio mandato, incontrando difficoltà, provocate sia dalle incertezze dovute sia ad una coesione spesso rivelatasi fragile sia ad una macchina burocratica, che come nel caso della ricostruzione post sisma e di altri interventi, anche ordinari, ha mostrato tutta la sua farraginosità e lentezza, ostacolando l’azione amministrativa. La coalizione civica aveva dalla sua parte la presenza di giovani che hanno suscitato speranze negli elettori, per uno svecchiamento della classe politica cittadina, dando vita ad una classe politica nuova. Speranze franate oggi pomeriggio con la lettera di dimissioni del primo cittadino.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%