Teramo
Stai leggendo
Teramo, il cuore non basta: pareggia con la Reggiana e piomba nei play out

Teramo, il cuore non basta: pareggia con la Reggiana e piomba nei play out


TERAMO, 6 maggio – Il cuore non basta, e di cuore i binacorossi, in campo ne hanno davvero messo tanto. Si sono giocati il tutto per tutto con la Reggiana, ribattendo colpo su colpo, sprecando anche qualche occasione importante. 3-3 il risultato finale, che racconta di grandi emozioni, ma racconta anche di una sfida finale da affrontare per non precipitare in serie D. Il Teramo è ai play out.

La vittoria potrebbe non bastare e il Teramo lo sa. Mister Zichella, appena arrivato al posto di Palladini, ha chiesto ai suoi lacrime, sudore e sangue, per questa partita che può valere un campionato.

La Reggiana non è squadra che regala partite o spazi, ed è infatti degli ospiti la prima azione degna di nota: al 10′ con Lombardo, su rimpallo, ma la conclusione è alta.

Al 13′ si fa vivo anche il Teramo con Ventola, che sbaglia di poco.

Al 19′ la doccia fredda del vantaggio ospite: pallone all’indietro di Vignali e di piatto Panizzi infila Calore. Cinque minuti di difficoltà e il Teramo è di nuoo in avanti, ma anche Ilari non è preciso. Al 33′ è Varas 33′  che obbkiga Facchin aun intervento d’emergenza.

Zichella al 35′ prova con il primo cambio e schiera Amadio al posto di Tulli, mentre la partita si fa nervosa e prima Graziano e poi Ilari rimediano il cartellino giallo: sono diffidati e salteranno la prossima partita.

Il primo tempo si chiude con la Reggiana in vantaggio.

Nella ripresa Zichella manda in campo Sandomenico per Varas e Gondo per Panico. Proprio Sandomenico dopo qualche minuto stampa il pallone centrale sulla traversa. E’ solo l’anticipio: due giri di lancette e Amadio sigla la rete del pareggio.

Ma la gioia dura solo per un’altro giro d’orologio: Calore si fa sorprendere da un tiro di Bobb dalla lunga distanza.

Teramo prova ad attaccare, è Gndo a proporsi più volte in avanti, ma senza riuscire a concludere.

E’ un rigore ad aiutare i biancorossi che, affidandosi al piede di Bacio Terracino trovano il pareggio. Il finale è tutto in avanti per i biancorossi, che cercano disperatamente la vittoria: ci prova prima, di nuovo, Bacio Terracino, poi Graziano, un minuto dopo, al 67′ ma la palla non centra lo specchio della porta.

Il finale è incredibile: all’83’ il Teramo con Gondo si divora un’occasione ghiottissima. Puntuale arriva la punizione: è la Reggiana a segnare il terzo gol con Aiman Napoli.

Ma anche stavolta i biancorossi non ci stanno, tornano all’attacco all’arma bianca e, al termine di un’azione confusissima in area, è Ilari all’86’ a siglare il terzo pareggio.

Sei minuti di recupero sembrano un’eternità e non bastano a regalare la speranza: con 3-3 finale Teramo è ai playout.

 

TABELLINO

TERAMO CALCIO (4-2-3-1): 22 Calore, 15 Sales, 23 Caidi (Vk), 6 Speranza (Cap.), 2 Ventola; 10 Ilari, 16 Graziano (75′ De Grazia); 14 Varas (46′ Sandomenico), 11 Tulli (35′ Amadio), 24 Bacio Terracino (88′ Milillo); 7 Panico (46′ Gondo).
A disp.: 1 Ricci, 3 Pietrantonio, 17 Castagna, 18 Diallo, 20 Mancini, 21 Fratangelo, 25 Cretella.
All.: Zichella.

A.C. REGGIANA (3-4-3): 1 Facchin, 19 Lombardo, 7 Genevier (K), 23 Panizzi; 2 Vignola, 20 Riverola, 5 Bobb, 27 Manfrin; 10 Cesarini (65′ Napoli), 9 Cianci (80′ Altinier), 17 Rosso (65′ Rocco).
A disp.: 12 Viola, 22 Narduzzo, 4 Zaccariello, 14 Palmiero, 30 Cattaneo.
All.: Eberini.

Arbitro: Matteo Proietti di Terni.
Assistenti: Lombardo di Sesto San Giovanni (MI) e Zingrillo di Seregno (MB).

Ammoniti: Graziano (T), Ilari (T), Manfrin (R), Altinier (R),
Espulsi: –
Marcatori: 23′ Panizzi (R), 51′ Amadio (T), 53′ Bobb (R), 64′ Bacio Terracino (T) rig., 86′ Ilari (T),
Spettatori: 1.706 (82 da Reggio Emilia).
Note: recupero: 2′pt, 6′st.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
17%
Euforico
50%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
33%