Regione
Stai leggendo
L’export dell’Abruzzo cresce del 9,7% nel 2016, la regione è terza in Italia

L’export dell’Abruzzo cresce del 9,7% nel 2016, la regione è terza in Italia


PESCARA, 13 marzo – L’Abruzzo dell’export continua le sue performance positive e, nel 2016, registra una crescita del 9,7%. Il dato, secondo quanto rileva l’Istat, colloca la regione al terzo posto della classifica italiana. Subito prima ci sono Calabria (+10,4%) e Basilicata (+53,5%). Tra le province che contribuiscono positivamente all’export nazionale c’è quella di Chieti. 

Nel dettaglio, crescono soprattutto le esportazioni verso i Paesi extra Unione Europea, che registrano una variazione del +14,9%, ma vanno bene anche quelle verso i Paesi Ue, che arrivano al +8,1%. Per quanto riguarda i settori delle esportazioni, crescono coke e prodotti petroliferi raffinati (+211,1%), i prodotti dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca (+20,4%), i metalli di base e prodotti in metallo (+18,4%), Computer, apparecchi elettronici e ottici (+16,8%), mentre decresce, tra l’altro, l’export di prodotti dell’estrazione di minerali da cave e miniere (-28,3%), legno, prodotti in legno, carta e stampa (-5,1%).

A livello nazionale, il Sud Italia continua a trainare le esportazioni nazionali, ma soffrono le isole. Nel 2016 l’aumento dell’export nazionale (+1,2%) riflette l’incremento registrato per le regioni delle aree meridionale (+8,5%), centrale (+2,1%) e nord-orientale (+1,8%) e l’ampio calo dell’area insulare (-15%), mentre l’area nord-occidentale risulta stazionaria. La Basilicata è la regione che fornisce il più ampio contributo positivo alla crescita delle esportazioni nazionali. Male Sicilia (-17,3%), Piemonte (-3%) e Sardegna (-10,9%).

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%