Pescara
Stai leggendo
Pescara, intesa Comune-Enel X: in arrivo 19 colonnine per le auto elettriche

Pescara, intesa Comune-Enel X: in arrivo 19 colonnine per le auto elettriche


PESCARA, 10 luglio – Entro la fine del 2018 saranno attive a Pescara 19 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici e – prima città in Italia – due pali dell’illuminazione pubblica con servizio di ricarica. Lo prevede il protocollo d’intesa, sottoscritto stamani, tra il Comune del capoluogo adriatico e Enel X.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa hanno preso parte il sindaco, Marco Alessandrini, il vicesindaco, Antonio Blasioli, il responsabile polo vendite dell’area centro di Enel X, Fabio Ugolini, Ignazio Cordella dell’area Innovation di Enel X e Luca Ferroni, che ha seguito il progetto per conto di Enel X.

Le colonnine saranno collocate nei punti sensibili della città. Le infrastrutture consentiranno la ricarica di qualunque tipologia di veicolo. Il servizio è gestibile con un’App e spariranno le vecchie tessere: per ricaricare sarà sufficiente avvicinarsi alla colonnina preventivamente prenotata. Il progetto pilota che prevede l’utilizzo dei pali dell’illuminazione riguarda l’area di piazza Primo Maggio. I tempi di ricarica variano in base al tipo di veicolo, ma in media in due ore è possibile ricaricare un’auto spendendo pochi euro.

“Diffondendo il mezzo elettrico – dice il sindaco – si accorciano le distanze con il futuro. Penso che l’automobile debba mutare pelle nel secolo successivo in nome dell’ambiente. Sono contento di questa possibilità che accogliamo a braccia aperte nella nostra città perché le colonnine delle ricariche sono tipiche del paesaggio urbano delle metropoli. Pescara ha questo sguardo al futuro perché il suo è il dna di una città che vuole crescere”.

“Ringrazio Enel X per questa importante sperimentazione che ci inserisce a pieno titolo fra le città sostenibili d’Italia – afferma Blasioli – Abbiamo lavorato insieme con i rispettivi comparti tecnici per studiare le localizzazioni più adeguate al nostro territorio e al paesaggio. Le abbiamo individuate e siamo in grado di avviare questa positiva rivoluzione in nome di un futuro più sostenibile e con servizi innovativi”.

Nell’esprimere soddisfazione per la “lungimiranza” dell’amministrazione comunale, Ugolini spiega che “questo accordo si inserisce in un Piano Italia che prevede lo sviluppo entro il 2020 di 7.000 infrastrutture di ricarica ed entro il 2022 di ben 14.000: stiamo predisponendo la colonna vertebrale per lo sviluppo della mobilità elettrica. Con questa amministrazione testeremo e svilupperemo prodotti a valore aggiunto e servizi innovativi che sempre più stiamo promuovendo a livello nazionale”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%