Teramo
Stai leggendo
Teramo, agente di Polizia penitenziaria aggredito nel carcere di Castrogno

Teramo, agente di Polizia penitenziaria aggredito nel carcere di Castrogno


TERAMO, 4 gennaio – Ancora problemi nel carcere di Teramo: un agente di Polizia penitenziaria è stato aggredito alle spalle da un detenuto, ne è nato uno scontro e, nonostante il tentativo di difendersi, proprio l’agente ha riportato la frattura del setto nasale.

La denuncia arriva da Giuseppe Pallini, segretario provinciale del Sappe di Teramo.

L’aggressione è avvenuta nella sezione dei detenuti comuni e, secondo Pallini, Sappe Teramo, Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria, del segretario provinciale Giuseppe Pallini.

“dimostra, se ancora ve n’era bisogno, l’allarmante situazione delle carceri italiane e in particolare di quello teramano, abbandonato da tempo dall’Amministrazione centrale e regionale e diventato ricettacolo di detenuti riottosi, ingestibili e psichiatrici, che per effetto della miscela esplosiva determinata dal sovraffollamento delle celle (64mila detenuti per 42mila posti letto) e dalle endemica carenza di personale di Polizia (ben 5mila unità in meno rispetto agli organici previsti) sono diventati ingovernabili”.

Pallini ricorda ancora che nel carcere di Teramo

“negli ultimi mesi si sono verificati numerosi episodi di minaccia e tentata aggressione nei confronti di poliziotti penitenziari e altri fatti gravissimi per l’ordine e la sicurezza, con detenuti che aggrediscono altri compagni per qualsiasi motivo e dove un detenuto, ultimo inquietante episodio in ordine di cronaca, che per essere trasferito in altro carcere ha devastato una sezione detentiva causando danni ingentissimi, con tensioni tra i detenuti e inevitabili problemi di sicurezza interna che ricadono sulle donne e gli uomini della Polizia penitenziaria. Nonostante i gravissimi e ripetuti episodi ,perlopiù, sempre perpetrati dagli stessi facinorosi, non vengono puniti adeguatamente con il carcere duro del 14 bis O.P.”.

Secondo Pallini servono

 “provvedimenti urgenti e concreti, altro che le fantomatiche linee guida del Capo del Dipartimento Basentini. Si rammenta che a Teramo la capienza regolamentare è 270 detenuti: invece ne sono 430 e in più mancano 70 agenti”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
100%