Teramo
Stai leggendo
Teramo, botte e insulti ai genitori dopo nottata di bagordi. Arrestato a fatica dalla polizia

Teramo, botte e insulti ai genitori dopo nottata di bagordi. Arrestato a fatica dalla polizia


TERAMO, 11 luglio – Malmena e insulta i genitori, che finiscono al pronto soccorso. Poi, all’arrivo dei poliziotti, oppone resistenza e provoca lesioni ai danni di un agente. Alla fine viene arrestato e adesso dovrà rispondere di lesione, minacce gravi e resistenza a pubblico ufficiale.

E’ accaduto in un rione alla periferia di Teramo, dove un giovane di 31 anni, che nel corso della notte precedente aveva assunto ingenti quantitativi di alcol e droga, ha dato in escandescenza nei confronti dei genitori che lo avevano ripreso per i bagordi: botte, morsi, tirate di capelli, minacce di morte e insulti di ogni tipo, che hanno provocato le grida dei genitori.

Proprio le grida, richiamando l’attenzione di un vicino di casa, che ha subito allertato il 113, hanno contribuito ad evitare che ci fossero conseguenze peggiori. Quando i poliziotti sono giunti sul posto, hanno trovato il giovane fuori di sé e i genitori chiusi in una camera per paura delle violenze.

Il figlio violento non si è calmato nemmeno di fronte agli agenti, tanto che un poliziotto che ha cercato di fermarlo ha riportato lesioni guaribili in 4 giorni. Ferita anche la madre, che ha riportato lesioni guaribili in 5 giorni. A fatica l’uomo è stato arrestato.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%