Teramo
Stai leggendo
Denuncia il compagno per minacce e in manette finisce la presunta amante dell’uomo

Denuncia il compagno per minacce e in manette finisce la presunta amante dell’uomo


CORROPOLI, 3 novembre – Denuncia il compagno, che l’avrebbe minacciata di morte, ed in manette finisce una 22enne residente a Corropoli, presunta amante dell’uomo, nella cui abitazione i Carabinieri hanno rinvenuto, nascosta nella scatola del phon, occultata sotto il letto,  una pistola calibro 6.35 di fabbricazione dell’Europa dell’est, priva della relativa certificazione. Pistola che si ipotizza potesse essere in uso all’uomo, che all’atto della perquisizione risultava irreperibile, e che è stato denunciato a piede libero. Entrambi sono accusati di detenzione di arma clandestina.

A far scattare le indagini che hanno portato al ritrovamento dell’arma e all’arresto della donna, la denuncia di una signora di Offida che ieri si è recata dai carabinieri della Compagnia del comune marchigiano per denunciare minacce di morte da parte del compagno.

Minacce che l’avevano portata a temere per la propria incolumità, anche a fronte del fatto, come avrebbe raccontato la donna ai carabinieri, che uno dei tre figli le aveva raccontato che il padre era in possesso di un’arma.

Da qui la decisione della donna di recarsi dai militari per denunciare il compagno, e per fornire loro alcune indicazioni che riteneva utili alle indagini, prima fra tutte quella relativa al fatto che l’uomo avesse una presunta amante a Corropoli e che potesse trovarsi lì.

A quel punto i militari di Offida hanno contattato i colleghi del comune vibratiano, che si sono messi alla ricerca dell’uomo. Uomo che però non sono riusciti a trovare. Nel corso dei controlli i militari della stazione di Corropoli sono comunque riusciti a risalire all’identità della presunta amante dell’uomo, a casa della quale hanno rinvenuto l’arma clandestina, con tanto di caricatore ed 11 proiettili. Da qui l’arresto della donna e la denuncia a piede libero il presunto amante.

Nel primo pomeriggio la donna è comparsa davanti al giudice per l’udienza di convalida ed è tornata in libertà. Assistita dal suo legale ha chiesto di patteggiare, con la relativa udienza fissata per il prossimo 11 gennaio.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
100%
Triste
0%
Arrabbiato
0%