Pescara
Stai leggendo
Devastante terremoto in Messico, una pescarese: “La strada tremava e il cielo era verde”

Devastante terremoto in Messico, una pescarese: “La strada tremava e il cielo era verde”


PESCARA, 8 settembre – “Sentivo sotto i piedi la strada che tremava e il cielo è diventato verde”. Racconta così gli attimi vissuti durante la scossa di terremoto di magnitudo 8.2 che si è verificata in Messico, una pescarese di 32 anni che vive lì per lavoro.

Al momento del sisma la giovane era a San Cristóbal de Las Casas, nello stato del Chiapas, a circa 180 chilometri dall’epicentro del terremoto.

“Ero in un bar – racconta – quando ci hanno invitato ad uscire in modo ordinato. Una volta fuori sentivo sotto i piedi la strada che tremava e il cielo è diventato verde. Ora continuano a suonare gli allarmi di emergenza per allertare la popolazione e il timore di tanti è che possano arrivare nuove scosse”.

Si è trattato della scossa più forte registrata in Messico negli ultimi cento anni. I morti, secondo un primo bilancio, sono 32: a Oaxaca, lo stato più colpito dal sisma, le vittime sono state 26, a Chiapas sette e a Tabasco, a ridosso della frontiera con il Guatemala, tre. I feriti sono almeno 120.

L’epicentro è stato localizzato al largo della costa occidentale del Messico, al confine con il Guatemala.

A Città del Messico, impegnati nel tour, ci sono anche gli artisti de ‘Il Volo’, tra cui l’abruzzese Gianluca Ginoble. E’ proprio lui a scrivere sui social network e a tranquillizzare i fan: “Grazie a tutti per i messaggi, stiamo bene, nonostante la forte scossa che poco fa ha colpito il Messico”.

 

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
100%
Arrabbiato
0%