Pescara
Stai leggendo
Hotel Rigopiano, speranze finite: estratti gli ultimi corpi. I morti sono 29

Hotel Rigopiano, speranze finite: estratti gli ultimi corpi. I morti sono 29


FARINDOLA, 26 gennaio – Ad una settimana esatta dalla valanga che ha travolto e distrutto l’hotel Rigopiano, si chiude nel peggiore dei modi la straziante ricerca dei dispersi. Anche gli ultimi due corpi che mancavano all’appello, infatti, nella tarda serata di ieri (mercoledì), sono stati estratti dalle macerie dell’albergo. Il bilancio ufficiale, quindi, è di 29 morti e undici sopravvissuti. Non ci sono più dispersi in base alla lista ufficiale della Prefettura, che comprendeva 28 ospiti, di cui 4 bambini, tutti salvi, e 12 dipendenti dell’hotel.

AGGIORNAMENTO DELLE 22,00 – LA DISTRUZIONE VISTA DAL DRONE: IL RESORT NON C’E’ PIU’

La distruzione della valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano, vista del drone dei Vigili del Fuoco. Il video (in alto) è stato girato al termine delle operazioni di ricerca, dopo che le macerie del resort hanno restituito 29 corpi.

AGGIORNAMENTO DELLE 19,50 – MATRONE INFORMATO MORTE MOGLIE

Giampaolo Matrone ha avuto in ospedale la conferma della morte di sua moglie, Valentina Cicioni, Con Matrone ci sono i familiari. Le sue condizioni, secondo quanto riporta il bollettino sanitario diffuso dalla Asl, “continuano ad essere stazionarie”, ma “non è stata ancora stabilita la data delle dimissioni”. Matrone, titolare di un bar tabacchi pasticceria di Monterotondo, si era concesso una vacanza insieme alla moglie, infermiera al policlinico Gemelli. Per l’occasione – i due avevano deciso di passare qualche giorni da soli, in intimità, lontano dal lavoro – i coniugi avevano deciso di lasciare ai nonni la figlia di 5 anni, che ora è rimasta senza mamma.

Resta solo un corpo da identificare tra le 29 vittime dell’hotel Rigopiano, gli altri, adesso, hanno tutti un nome.

AGGIORNAMENTO DELLE 19,25 – IDENTIFICATE ALTRE TRE PERSONE

Sono stati identificati nel pomeriggio i corpi di Valentina Cicioni, Foresta Tobia e Bianca Iudicone. Valentina Cicioni è la moglie di Giampaolo Matrone, il pasticcere di Monterotondo sopravvissuto alla valanga e ora in ospedale dopo un intervento chirurgico al braccio.

AGGIORNAMENTO DELLE 18,40 – SABATO I FUNERALI DI DEL ROSSO

Verranno celebrati sabato, alle 15, nella cattedrale di San Cetteo, a Pescara, i funerali di Roberto Del Rosso, gestore dell’hotel Rigopiano, tra le 29 vittime della valanga che mercoledì scorso ha travolto e distrutto l’albergo. Cinquantatre anni, Del Rosso aveva ereditato da uno zio la struttura, costruita nel 1967, e nei primi anni del 2000 aveva scommesso tutto su quel complesso, trasformandolo in un hotel di lusso con annessa spa.

AGGIORNAMENTO DELLE 13,50 – DOMANI I FUNERALI DI RICCETTI

Si terranno domani alle 15 nel Duomo di Terni i funerali di Alessandro Riccetti, il receptionist di 33 anni morto all’hotel Rigopiano travolto da una slavina. La salma del giovane oggi è stata sottoposta ad esame autoptico all’ospedale di Chieti. In occasione del funerale sarà proclamato il lutto cittadino.

AGGIORNAMENTO DELLE 12,55 – RICONOSCIUTO IL CORPO DI BONIFAZI

Emanuele Bonifazi, il receptionist dell’Hotel Rigopiano, è tstato identificato dai familiari. Trentuno anni, originario di Pioraco (Macerata). Il padre Egidio, responsabile della Protezione civile comunale di Pioraco, ieri ha messo un post drammatico: ”E’ finita”.

AGGIORNAMENTO DELLE 12,15 – ANCHE GLI ULTIMI CORPI ARRIVATI A PESCARA

Sono arrivati in ospedale anche gli ultimi corpi recuperati. In obitorio al momento sono presenti in 17 salme; le restanti sono state trasferite a Chieti per l’autopsia o già riconsegnate ai familiari. Nell’ospedale del capoluogo adriatico sono in corso le procedure di identificazione.

Già dalla mattina di ieri era chiaro a tutti, anche ai familiari che non hanno mai smesso di sperare, che le possibilità di riabbracciare i propri cari erano prossime allo zero. Svanite, infatti, anche quelle dichiarazioni che servivano a mantenere viva una seppur minima speranza.

Nel giro di due giorni i soccorritori hanno tirato fuori tutti i dispersi che mancavano all’appello. Erano tutti in un unico ambiente: quello dove, prima che sul Rigopiano si abbattesse l’inferno di neve e detriti, c’era il bar. I vigili del fuoco, in quella zona, c’erano arrivati già due giorni fa. Erano entrati passando dalle cucine e lì avevano avuto già un brutto presentimento: alcuni di quegli ambienti erano rimasti miracolosamente intatti, ma non c’era nessuno. Quello che una volta era il bar, invece, era ridotto ad un unico groviglio di macerie e neve.

Ecco l’elenco delle persone presenti all’interno dell’hotel e non estratte vive dalle macerie del Rigopiano: Valentina Cicioni, 33 anni, di Roma, Marco Tanda, 25 anni, di Macerata, Jessica Tinari, 24 anni, di Lanciano, Tobia Foresta, 60 anni, di Cosenza, Bianca Iudicone, 50 anni, residente in Germania, Stefano Feniello, 28 anni, di Valva (Salerno), Marina Serraiocco, 36 anni, di Popoli, Domenico Di Michelangelo, 40 anni, di Chieti, Piero Di Pietro, 53 anni, di Loreto Aprutino, Rosa Barbara Nobilio, 51 anni, di Roma, Sebastano Di Carlo, 49 anni, di Penne, Nadia Acconciamessa, 47 anni, di Loreto Aprutino, Luciano Caporale, 54 anni, Castel Frentano, Silvana Angelucci, 46 anni, Castel Frentano, Marco Vagnarelli, Paola Tomassini, Claudio Baldini, Sara Angelozzi.

I dipendenti della struttura: Emanuele Bonifazi, 31 anni, di Pieraccioni,  Alessandro Riccetti, 33 anni, di Terni,  Marinella Colangeli, Cecilia Martella, 25 anni, di Atri, Luana Biferi, Ilaria Di Biase, Gabriele D’Angelo, Alessandro Giancaterino, Roberto Del Rosso, Faye Dame, Linda Salzetta. Il proprietario ed amministratore Roberto Del Rosso.

 – LA TRAGEDIA DI RIGOPIANO ORA PER ORA

MULTIMEDIA

 

rigopiano-copertina

Mi sento...
Felice
1%
Orgoglioso
3%
Euforico
4%
Ok
3%
Triste
82%
Arrabbiato
12%