Chieti
Stai leggendo
Palombaro, usura e estorsione su fornitura di maiali: condannate quattro persone

Palombaro, usura e estorsione su fornitura di maiali: condannate quattro persone


PALOMBARO, 19 giugno – Ventinove anni di reclusione sono la pena che, complessivamente, è stata inflitta a quattro persone, accusate di usura ed estorsione, in riferimento ad una serie di forniture di maiali a Palombaro, nella provincia di Chieti.

La sentenza è stata emessa oggi pomeriggio dal tribunale della città teatina. Dieci anni di reclusione sono stati inflitti a Loris Di Croce e 7 anni al fratello Leandro, entrambi di Carpineto Sinello. Sei anni di carcere ciascuno, invece, per Fedele Spinelli, di Ortona, e per il rumeno Gabriel Florin Halmaghii.

Secondo l’accusa i Di Croce, accusati di usura ed estorsione, nel 2010, come pagamento di più forniture di suini da destinare ad un’azienda agricola, per un importo complessivo superiore a 101.000 euro, si fecero consegnare dalla madre del titolare dell’azienda trenta cambiali, per complessivi 150.000 euro, dei quali oltre 48mila euro a titolo di interessi usurari, con un tasso superiore al 50%.

Quanto all’estorsione, i quattro, sempre secondo l’accusa, minacciarono sia il titolare dell’azienda e sia la madre, costringendo quest’ultima a consegnare loro le cambiali: la donna, che pure non aveva contratto alcun debito, era infatti la sola a disporre di beni immobili da ”aggredire” in caso di mancato pagamento delle cambiali.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
100%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%