Regione
Stai leggendo
Prosegue battaglia ex Lsu scuole abruzzesi, emendamento e mail bombing per stabilizzazione

Prosegue battaglia ex Lsu scuole abruzzesi, emendamento e mail bombing per stabilizzazione


PESCARA, 6 novembre – Un emendamento, da presentare grazie all’impegno di alcuni parlamentari abruzzesi, alla legge di Bilancio, finalizzato alla stabilizzazione dei precari ex Lsu che si occupano della pulizia delle scuole tramite cooperative in appalto, oltre ad un mail bombing nei confronti di tutti i parlamentari, per chiedere loro di appoggiare la battaglia. Ad annunciare le iniziative è Luigi Iasci, dell’Usb Abruzzo. Il punto della situazione è stato fatto nel corso di una conferenza stampa in Provincia, a Pescara, presenti una trentina di ex Lsu abruzzesi, i parlamentari Gianluca Vacca (M5s) e Fabrizio Di Stefano (Forza Italia) e il coordinatore regionale di Sinistra Italiana, Daniele Licheri.

Nel corso dell’incontro Iasci si sofferma sugli stipendi dei lavoratori e mostra anche una busta paga da 61 euro mensili, nonostante un contratto da 35 euro settimanali.

“In Abruzzo gli ex-Lsu delle scuole sono circa 600, garantiscono il diritto allo studio ma hanno buste paghe ben al di sotto della soglia di povertà. Molto spesso a questi lavoratori non vengono fatte fare tutte le ore previste e viene chiesto di svolgere compiti al di fuori delle mansioni spettanti. E’ una situazione che si protrae da circa 20 anni e a peggiorare le cose c’è l’apertura di una procedura di licenziamento per circa 350 lavoratori di una coopservice attiva nelle scuole di Chieti e Pescara”.

Gianluca Vacca sottolinea che “il M5s ripresenta ogni anno, già da molto tempo, un emendamento per la stabilizzazione degli ex-Lsu delle scuole. Siamo stati tra i primi a denunciare che la esternalizzazione dei servizi, oltre a favorire lo sfruttamento dei lavoratori, costa di più allo Stato e a guadagnarci sono solo le cooperative – prosegue il deputato – Nelle scuole c’è un forte bisogno di personale Ata, dunque la stabilizzazione sarebbe una misura necessaria e anche conveniente per la collettività”.

Il deputato grillino si dice preoccupato anche per “l’assenza dei parlamentari abruzzesi di maggioranza, anche se il fatto che questa sarà l’ultima legge di Bilancio e che presto si andrà al voto potrebbe rappresentare una condizione favorevole”.

Di Stefano accusa la Cgil di non avergli “fornito l’assistenza tecnica richiesta dopo il tavolo regionale del settembre scorso” e di avere “volutamente fatto scadere i termini per la presentazione dell’emendamento al Senato, con la Pezzopane che pochi giorni fa – sottolinea l’esponente di Forza Italia – ha presentato come un grande risultato il rifinanziamento del progetto ‘Scuole Belle’, che per quanto riguarda gli ex-Lsu si limiterà a mantenere lo status quo per altri 18 mesi”.

Licheri, infine, fa sapere di avere “girato l’emendamento ai parlamentari di Sinistra Italiana, che lo sosterranno in commissione” e ricorda che “sulle esternalizzazioni, negli ultimi 20 anni, centrodestra e centrosinistra hanno fatto le stesse cose”.

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
33%
Euforico
0%
Ok
33%
Triste
0%
Arrabbiato
33%