L'Aquila
Stai leggendo
L’Aquila, abusi sessuali su ragazzina minorenne: arrestati madre e patrigno

L’Aquila, abusi sessuali su ragazzina minorenne: arrestati madre e patrigno


L’AQUILA, 26 ottobre – Una ragazzina sarebbe stata abusata sessualmente per due anni dal patrigno, con la madre che pur sapendo, non solo non ha denunciato, ma si è resa autrice anche lei di violenze e maltrattamenti. La minorenne ha però trovato la forza di confessare il suo incubo alla psicologa, dopo che era stata affidata ai servizi sociali.

La squadra Mobile dell’Aquila ha eseguito la misura cautelare in carcere a carico di un 45enne, mentre la sua compagna, madre della ragazza, è stata posta ai domiciliari, con le accuse di violenza sessuale in concorso e continuato, maltrattamenti in famiglia in concorso, violenza privata continuata e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice in concorso, in danno della minorenne.

I provvedimenti sono stati emessi dal Gip del Tribunale dell’Aquila Mario Cervellino, su richiesta del sostituto procuratore Guido Cocco, al termine dell’attività di indagine avviata dalla Squadra Mobile che ha permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due. A causa di continui maltrattamenti, di frequenti e violenti litigi dei due adulti, spesso in palese stato di ubriachezza, dinanzi alle figlie minori, già nel novembre 2017 il Tribunale per i minorenni aveva sospeso la potestà genitoriale. Proprio durante il periodo di affidamento, la ragazzina ha riferito, nel corso di un colloquio con la psicologa, degli abusi subiti dal patrigno, che sono stati subito comunicati alla Squadra obile

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
33%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
67%