Chieti
Stai leggendo
Omicidio di Vasto, perizia psichiatrica per Di Lello

Omicidio di Vasto, perizia psichiatrica per Di Lello


VASTO, 24 gennaio – Rinnovazione parziale del dibattimento e perizia psichiatrica per Fabio Di Lello, il giovane panettiere di Vasto che, un anno fa, uccise a colpi di pistola Italo d’Elisa, fuori da un bar di via Perth a Vasto.

La Corte d’Assise d’Appello dell’Aquila ha accolto la richiesta dei difensori di Di Lello, Pierpaolo Andeoni e Giuliano Milia, al fine di accertare la capacità di intendere e di volere del giovane al momento del delitto.

Il consulente tecnico verrà nominato dalla Corte il prossimo 21 febbraio.

In primo grado Di Lello era stato condannato a trent’anni di carcere: aveva sparato a Italo D’Elisa per vendetta, secondo i giudici, dopo che il giovane, con la sua auto aveva investito e ucciso la moglie, Roberta Smargiassi.

E proprio al cimitero, vicino alla tomba della giovane donna, i carabinieri avevano trovato il panettiere poche ore dopo il delitto.

 

 

 

Mi sento...
Felice
0%
Orgoglioso
0%
Euforico
0%
Ok
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%